01 Apr 2011

The Author

Giorgia, ho 22 anni e mi sono appena laureata in Economia dei mercati e dei sistemi turistici con la tesi in Etica e Impresa dal titolo “Verso un turismo per tutti: l'approccio etico-aziendale”.

Share

Giorgia: verso un turismo accessibile a tutti
bologna

Vi presentiamo una delle nostre collaboratrici:

“Verso un turismo per tutti!!”

Ciao a tutti!

Mi presento: mi chiamo Giorgia, ho 22 anni e mi sono appena laureata in Economia dei mercati e dei sistemi turistici con la tesi in Etica e Impresa dal titolo “Verso un turismo per tutti: l’approccio etico-aziendale”.

Non è stato facile scrivere questa tesi, perché questo argomento mi prende da vicino, negli affetti.

Per fortuna ho trovato una professoressa che mi ha incoraggiato a scrivere sul turismo sociale e sopratutto sul turismo per tutti. Così mentre la mia tesi prendeva vita, io  incontravo realtà nuove come “Village for all” o “Lo spirito di Stella” e ero sempre più convinta che qualcosa stava cambiando: si stava parlando!

In questi tre anni, studiando il turismo nei suoi vari aspetti, ho approfondito molti concetti e mi sono avvicinata ad altri, ma ciò che mi è rimasto impresso più di tutto è il fatto che il turismo, come fenomeno, è nato da un’esigenza, da un bisogno di stare bene con gli altri e con se stessi.

In un tempo dove la “crescita” sociale va a pari passo con il “cattivo” profitto e l’opportunismo, il turismo ci lancia un messaggio di sfida concreta:

rivendica la sua sostenibilità, la sua solidarietà e la sua accessibilità attraverso tipi di turismo nuovi ed innovativi.

Queste sono state le mie conclusioni nella tesi e quando  Maximiliano (ideatore di bolognaforall) mi ha proposto di scrivere un articolo sul tema, gli ho detto subito di si, mi si è riempito il cuore e poi..mi piace smuovere un po’ le coscienze!

Portare in vacanza le persone disabili deve essere considerato importante quanto organizzare vacanze per normodotati; si riporta al centro l’uomo, la persona e i suoi bisogni di svago.

Se questo messaggio verrà percepito si potrà risollevare un’economia giusta, duratura e sostenibile socialmente, soprattutto nei centri cittadini che sono le prime destinazioni turistiche con un altissimo potenziale.

Per questo motivo mi piace che questo progetto parta da Bologna, una città bellissima e generosa, con sulle spalle una storia importante, che può dare l’esempio, rendendosi accessibile a tutti i suoi cittadini..nessuno escluso.

Giorgia Compagnini Rota

3 Comments
3 Comments
  1. Sono perfettamente d’accordo che il progetto parta da Bologna, ma spero si espanda un po di più anche in altre città

  2. sono 40 anni che mi batto perchè lo spazio comune e privato sia accessibile.
    nel confronto con politici e tecnici pubblici mi sono spesso sentita rispondere che non “c’erano richieste dell’utenza in questo senso”.
    è il cane che insegue la coda.
    oggi invece la voce dei protagonisti, individuale e collettiva, si fa sentire. non posso che esserne soddisfatta e sentirmi solidale.

  3. Cara Lucia, ora le richieste ci sono e le dobbiamo sostenere ogni giorno!!
    un abbraccio!!

Leave a comment