03 Apr 2011

The Author

Giorgia, ho 22 anni e mi sono appena laureata in Economia dei mercati e dei sistemi turistici con la tesi in Etica e Impresa dal titolo “Verso un turismo per tutti: l'approccio etico-aziendale”.

Share

Accessibilità: non solo turistica

Accessibilità!

..è un termine che indica la possibilità per tutti di beneficiare di informazioni, beni e servizi nella propria vita quotidiana. Il turismo accessibile basa i suoi principi in quelli del turismo sociale, legato alle pari opportunità tra gli individui. Nella sua accezione più ampia, il turismo accessibile si rivolge a clienti con bisogni speciali, che necessitano di particolari comodità e accorgimenti per poter viaggiare e fruire delle opportunità turistiche della destinazione a cui si rivolgono.

Ecco il punto: l’accessibilità della destinazione!

Quanto è accessibile Bologna?

Nei miei studi ho imparato che un luogo, sia esso una città, una località di mare o montagna parte sempre dalle sue materie prime, che se vengono giustamente trasformate ed utilizzate rendono quella località una destinazione d’eccellenza!

Quindi la domanda è:

come possiamo rendere accessibile Bologna ai propri cittadini prima di “aprirla” ai turisti?

Quanti cittadini bolognesi disabili, anziani, mamme con i passeggini girano per la nostra città e incontrano difficoltà nell’entrare nei negozi, nei musei o nelle chiese?

Quanti di questi cittadini possono raggiungere quasi tutti i punti della città senza aiuti?

Sono pochi i negozi in centro a “livello zero” del marciapiede e per entrare nei musei e nelle chiese ancora oggi per chi non può fare le scale c’è l’entrata nel retro, come se ci fosse l’esigenza di nascondere e cosa ancora più eclatante il servizio dei trasporti pubblici necessita nel 2011 di una prenotazione dell’autobus con l’apposita pedana di almeno cinque giorni prima.

Queste domande le rivolgo a tutti voi, cittadini di Bologna e sopratutto al futuro primo cittadino, perchè insieme possiamo rendere più accessibile e vivibile per tutti la nostra amata città!

Giorgia Compagnini Rota

No comments
Leave a comment